Lacci 1 csillagozás

Domenico Starnone: Lacci

«Abbiamo ​imparato entrambi che per vivere insieme dobbiamo dirci molto meno di quanto ci nascondiamo».
Che cosa lasciamo, quando lasciamo qualcuno? Una casa, una famiglia, il passato, un'idea di futuro, la nostra peggiore fotografia impressa a fuoco negli occhi di chi abbiamo amato. Passiamo la vita a spaccare vasi e incollare cocci illudendoci di essere nuovi di zecca. E cerchiamo di non guardare troppo indietro, perché il tempo dei bilanci è un tempo vano, ridicolo e struggente. Domenico Starnone ha scritto un libro intensissimo e vero. Il racconto a tre voci delle forze sotterranee che tengono in vita i matrimoni anche dopo l'amore.

«Se tu te ne sei scordato, egregio signore, te lo ricordo io: sono tua moglie». Si apre cosí la lettera che Vanda scrive al marito che se n'è andato di casa, lasciandola in preda a una tempesta di rabbia impotente e domande che non trovano risposta. Si sono sposati giovani all'inizio degli anni Sessanta, per desiderio di indipendenza,… (tovább)

>!
Einaudi, 2014
120 oldal · ISBN: 9788858416501
>!
Einaudi, 2014
134 oldal · keménytáblás · ISBN: 9788806194796

Kívánságlistára tette 2


Népszerű idézetek

Mária P>!

Nella casa c'è un ordine apparente e un disordine reale

129. oldal (Einaudi, 2014)


Hasonló könyvek címkék alapján

Elena Ferrante: L'amica geniale
Elena Ferrante: I giorni dell'abbandono
J. K. Rowling: Harry Potter e la Maledizione dell'Erede
Jodi Picoult: La custode di mia sorella
Cecelia Ahern: Scrivimi ancora
Elizabeth Gilbert: Mangia, ama, prega
Antal Szerb: Il viaggiatore e il chiaro di luna
Niccolò Ammaniti: Io non ho paura
Katarina Mazetti: Il tizio della tomba accanto
Alessandro Baricco: Seta