Bianca ​come il latte, rossa come il sangue 2 csillagozás

Alessandro D'Avenia: Bianca come il latte, rossa come il sangue Alessandro D'Avenia: Bianca come il latte, rossa come il sangue

Leo ​è un sedicenne spensierato con i problemi di tutti i ragazzi: amici, scuola, calcetto e, soprattutto, ragazze. Infatti, Leo è innamorato di Beatrice, una ragazza che frequenta la stessa scuola e che vede ogni giorno passando con il suo Bat-cinquantino. Ma una notizia sconvolgerà la vita di Leo, infatti la sua amata è malata di leucemia, malattia che attacca il sangue e lo rende bianco. Il bianco infatti è l'unica cosa che spaventa Leo, anche se di solito è spavaldo e coraggioso. Insieme a Silvia, la sua migliore amica, e al nuovo professore di storia e filosofia (con cui i primi approcci saranno bruschi ma finiranno per diventare amici) affronterà la sua paura. Leo tenterà di salvare Beatrice in tutti i modi e questo lo porterà a scoprire qualcosa che non si aspettava, di amare la sua amica più cara che lo aiuta in tutte le circonstanze, Silvia. Un anno scolastico si trasforma in una vita in miniatura da cui lui uscirà consapevole di ciò che lo attende e che per difendere… (tovább)

Eredeti megjelenés éve: 2010

Tagok ajánlása: Hány éves kortól ajánlod?

>!
Mondadori, Milano, 2013
254 oldal · ISBN: 9788866210054
>!
Mondadori, Olaszország, 2010
252 oldal · ISBN: 8804595183

Kedvencelte 3

Most olvassa 2

Várólistára tette 3

Kívánságlistára tette 4


Kiemelt értékelések

mcborzaska>!
Alessandro D'Avenia: Bianca come il latte, rossa come il sangue

Egy ideje hajkurásztam a könyvet, és nagyon örülök, hogy a nyáron sikerült megvennem. Nem okozott nekem csalódást, már tudtam előre, hogy nagyjából miről fog szólni a könyv, így nem lepett meg a vége. Gyönyörűen van megírva, és hihetetlen, hogy egy 16 éves fiú szemszögéből tudhatjuk meg ezeket a dolgokat.


Népszerű idézetek

abstractelf>!

Ogni cosa è un colore. Ogni emozione è un colore. Il silenzio è bianco. Il bianco infatti è un colore che non sopporto: non ha confini. Passare una notte in bianco, andare in bianco, alzare bandiera bianca, lasciare il foglio bianco, avere un capello bianco… Anzi, il bianco non è neanche un colore. Non è niente, come il silenzio.

mcborzaska>!

Sono felice, cosí felice che le rose bianche mi sembrano quasi tinte di rosso, come quelle di Alice nel paese delle meraviglie. „Di rosso le tingerem, rosse noi le tingiam…” canto dentro di me, come un bambino che si tuffa in una piscina di nutella.

pagina 152

mcborzaska>!

Entra in classe, sorride e tace. Poi scrive una frase alla lavagna e tutti aspettiamo quel momento. Oggi é entrato e ha scritto „Lí dove é il tuo tesoro, lá sará amche il tuo cuore”.
Parte il solito gioco.
«Jovanotti!»
«No.»
«Max Pezzali?»
«No.»
«Elisa?»
«No. Piú indietro…»
«Battisti?»
«Ci sono!»
Urlo dal fondo allargando le braccia in un gesto plateale che prelude al trionfo:
«Zio Paperone!»
Le classe esplode in una risata.
Anche Gandalf sorride, tace. Ci fissa e poi dice:
«Gesú Cristo.»
«C'é sempre la fregatura» intervengo io, «lei proprio non puó farne a meno di Gesú.»
«Ti sembra che andrei in giro vestito cosí se potessi farne a meno?»
Sorride.
«Ma che significa la frase?»
Sorride.
«Secondo voi?»
«Come Gollum, che dice sempre: „Il mio tesoro”. Non pensa ad altro, il suo cuore é lí» spiega la Suora.

pagina 33-34

mcborzaska>!

I sogni sono come le stelle: le vedi brillare tutte quando le luci artificiali si spengono, eppure stavano lí anche prima. Eri tu a non vederle, per il troppo chiasso delle altre luci.

pagina 99

DalmaEvelin>!

L'amore non esiste per renderci felici, ma per dimostrarci quanto sia forte la nostra capacitá di sopportare il dolore.

DalmaEvelin>!

Con la chitarra cantano le dita e le dita non arrossiscono mai. Nessuno fischia un chitarrista un cantante invece….

Szelén>!

Come se Beatrice stessa volesse cancellarmi dalla faccia della Terra con il bianchetto. Mi sento un errore, un errore di ortografia. Una doppia dove non ci va, un „fá” con l'accento. Un colpo di bianchetto e io sparisco, come tutti gli errori. Il foglio resta bianco, pulito, e nessuno vede il dolore nascosto dietro quello strato bianco.

pagina 44.

Szelén>!

Galleggio in un deserto tutto bianco: una enorme, sterminata stanza bianca insonorizzata, in cui non si distinguono neanche gli spigoli delle pareti. Non sai dov'é il sopra il sotto la destra la sinistra.. Io urlo ma ogni suono é inghiottito. Dalla mia bocca escono parole giá marce.

pagina 118.

Szelén>!

Il silenzio degli adulti é una delle vittorie piú grandi che si possano immaginare.

pagina 145.

Zsebi24>!

«Mamma, come si fa ad amare quando non si ama più?»
La mamma continua a tenere lo sguardo al cielo, adesso è sdraiata accanto a me che fisso la Nana Bianca Gigante Rossa detta Silvia.
«Leo, amare è un verbo, non un sostantivo. Non è una cosa stabilita una volta per tutte, ma si evolve, cresce, sale, scende, si inabissa, come i fiumi nascosti nel cuore della terra, che però non interrompono mai la loro corsa verso il mare. A volte lasciano la terra secca, ma sotto, nelle cavità oscure, scorrono, poi a volte risalgono e sgorgano, fecondando tutto.»


Hasonló könyvek címkék alapján

Nicola Yoon: Noi siamo tutto
John Green: Colpa delle stelle
Amy Harmon: Sei il mio sole anche di notte
Carlos Ruiz Zafón: Marina (olasz)
Kerstin Gier: Green
Stephanie Perkins: Il primo bacio a Parigi
Jenny Han: Tutte le Volte che ho Scritto ti Amo
Kerstin Gier: Silver – L'ultimo segreto
Stephenie Meyer: Twilight (olasz)
Kresley Cole: Poison Princess (olasz)